aprile 2017 - Ai SIMA Awards del 2017, Xcel ha portato a casa una grande vittoria con il premio "Muta dell' anno" per l'innovativa tecnologia della muta Infiniti Comp TDC.


Il suo innovativo design unito alla eccellente tecnologia Celliant di Xcel non potevano ottenere di meglio nella competizione.
Questa non è la prima scalata di Xcel per il podio, avendo già guadagnato i titoli di miglior muta dell'anno nel 2007, 2008 e 2010 e il premio riservato ai migliori accessori nel 2012.
Il designer Lance Varon ha detto di non poter essere più felice per il suo team e per l'intera azienda Xcel, poichè questo riconoscimento riflette la dedizione e l'esperienza che il team offre in ogni prodotto che viene ideato. "E' la passione e l'occhio per i dettagli che differenzia Xcel dagli altri. Questa muta era un progetto per dare una svolta alla performance fisica e direi che ce l'abbiamo fatta alla grande.".

About Xcel
Ormai famosissimo in tutto il mondo, Xcel è un marchio di mute da surf veramente innovative e tecnologiche adatte a tutte le condizioni. Fondato nel 1982 nella costa nord di Ohau alle Hawaii, Xcel attinge alla sua storia e alla esperienza di design e tecnica per raggiungere una qualità superiore ed essere sempre all' avanguardia.
Per sarere di più su Xcel visita il sito xcelwetsuits.com/

About SIMA
Nati nel 2003, i SIMA Awards sono l'unico programma che offre ai membri SIMA e alle aziende specializzate nel surf l'opportunità di dare riconoscimenti alle migliori aziende per i loro contributi nel campo dell'industria del surf. L'obiettivo dei SIMA Awards è quello di identificare le compagnie e aziende del surf più influenti e offrire loro riconoscimenti per i loro sforzi per migliorare e far crescere questa industria sempre di più in futuro.

Distribuita in Italia da:
Waterdreams Srl
Via Carriona 430/A
54033 Carrara (MS) Italy
Ph : +39 0585 858902
http://www.waterdreams.it/


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand