ImageNesos Surf Club –  16/07/2009  Marinedda Bay
 
Taranto - Sabato notte, un incidente stradale ha strappato la giovane vita al nostro carissimo amico Pasqualino...
Un surfista deciso, quando era off dal lavoro era il primo a guardare il mare, alle 6 era già a controllare la costa ionica e le sue fantastiche onde da scirocco.
In acqua era inconfondibile, ogni onda un urlo,  le onde di Pasqualino erano inconfondibili, e quando risaliva sul picco il suo volto esplodeva di gioia.
La Sardegna, Marinedda,  il suo sogno, ogni anno a fine stagione mi chiedeva del Frozen Open, questo forse sarebbe stato l’anno giusto per vederlo, ma non c’è l’ha fatta.
Quest’anno la 6° Edizione del Frozen Open 2009 sarà dedicata a Pasqualino, se lo merita, per quanto ci ha dato nel corso della sua breve vita.
Grazie Pasqualino
Giuseppe Romano - Nesos Surf  Club
 

 
Gli amici:
Non ci sono parole per descrivere il dolore, ci mancherà tantissimo, ...un pezzo di cuore se ne andato. Un amico dolce, vitale e sorridente. Sempre pronto a regalare allegria agli altri.
Queste poche parole descrivono il nostro Pasqualino, piccolo grande uomo, surfista puro.
Pasquale è sempre stato un ragazzo sano, serio, un lavoratore che affrontava le tante difficoltà della sua vita col sorriso, con una vitalità contagiosa. Inconsciamente morale e dotato di buonsenso.
 
Era umile, semplice e per questo grande. Il suo stile di vita era quello di un uomo che intendeva il vero senso delle cose, che amava gli altri.

Aveva il dono di ascoltare e comprendere le persone. Di intendere al volo.

Trascorrere del tempo con lui era un piacere anche perché era sicuro che avrebbe fatto o detto qualcosa per farti sorridere, con il suo accento, con il suo timbro inconfondibile.

Amava la vita e se la gustava assaporando i momenti, le persone, le gioie della nostra esistenza, affrontando con coraggio, dignità e senso di responsabilità le sofferenze, le delusioni, i problemi.

Amava il mare nel quale si abbandonava per divertirsi, per rigenerarsi, per stabilire un contatto con la natura, per trascorrere momenti spensierati con i suoi amici surfisti.

Affrontava il mare con rispetto e coraggio spesso avventurandosi nelle condizioni difficili, prendendo l'onda più grossa, stupendo chi lo ammirava muoversi tra le onde in un costante ed inesorabile miglioramento del suo stile. Non lo faceva per apparire ma solo per se stesso.

Ha lasciato qualcosa a tutti noi e sono sicuro che questo qualcosa ci aiuterà a sorridere in altri momenti della nostra vita.
Surfa sulle nuvole piccolo angelo…

Grazie Pasqualino
 
Pasquale Palmisano 1981-2009
 
Image
Scegli la WebCam:
HOLY
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand