04-03-2010 - Ieri, momenti di panico sulla nave da crociera cipriota Majesty Louis, che si trovava al largo delle coste della Catalogna quando alcune onde anomale, alcune alte anche 8 metri, hanno colpito la prua spazzando via tutto, spaccando i vetri del salotto dove si trovavano molti passeggeri e invadendo gli spazi interni...
L’onda ha ucciso due persone: il genovese Giuseppe Neri (52 anni) e un cittadino tedesco; alcuni passeggeri - 16, secondo fonti spagnole circolate in serata - sono rimasti feriti e due di loro sono in gravi condizioni.

La nave cipriota, battente bandiera maltese, era salpata da Cartagena, sulla costa della Murcia, nel sud-est della Spagna, diretta a Barcellona con a bordo 1350 passeggeri e 580 membri dell’equipaggio. Nella capitale catalana, però, le procedure di attracco ieri erano in forte ritardo a causa del mare grosso e il capitano, un cittadino greco, ha deciso di puntare verso la tappa seguente, Genova. L’incidente si è verificato al largo del Capo di Bagur, in Costa Brava: più onde anomale di circa 8 metri hanno colpito la nave da prua, seminando dolore e morte.

Giuseppe Neri, che lavorava per la filiale genovese di una grande azienda informatica, era in viaggio di crociera con la moglie e il figlio di 13 anni. Sarebbe dovuto arrivare a Genova a bordo della Majesty Louis verso le 12.30 di oggi.

«Ho sentito la gente che urlava e poi ho visto l’acqua uscire da un salone del quinto piano a prua, dove stavano dando gli annunci per lo sbarco a Genova a un gruppo di sloveni. Nel momento in cui sono entrato per vedere cosa succedeva, una finestra si è letteralmente spezzata e l’acqua ha travolto tutti - ha raccontato al telefono all’agenzia di stampa Ansa il 63enne Ervino Curtis, di Trieste, uno dei passeggeri - All’inizio è stato il caos, l’acqua ha iniziato a scendere dai ponti, le cabine erano invase, la gente per paura si è messa anche i giubbetti salvagente. Vicino a me c’era una donna che non riusciva a trovare il marito. Era la moglie di Giuseppe Neri, l’uomo che è morto. Per un’ora e mezza lei e il figlio non hanno saputo nulla». Probabilmente, ha spiegato Curtis, l’uomo era andato nel salone in attesa del turno di annunci per gli italiani che ci sarebbe stato dieci minuti dopo: «Una fatalità che non ci trovassimo anche noi lì dentro».
 
Image 
 
Ieri pomeriggio, fra le isole Baleari e le Bocche di Bonifacio era in corso una tempesta, con venti forza 6-7 e un minimo depressionario. I servizi meteorologici avevano lanciato avvisi di burrasca ai naviganti. Il golfo del Leone è notoriamente una delle zone del Mediterraneo più burrascose.

Dopo l’incidente, il capitano della nave ha subito cambiato rotta: ha fatto girare la nave e puntato di nuovo verso Barcellona, il porto più vicino, dove diverse ambulanze, che attendevano l’arrivo della Majesty, hanno portato i feriti negli ospedali della città; le operazioni di attracco sono state accelerate, vista la situazione di emergenza.

La Louis Majesty, ex Royal Majesty della Norwegian Cruise Line, è entrata nella flotta dell’armatore cipriota Louise Cruise Line dall’ottobre del 2009. È lunga 207 metri per 27 metri di larghezza e può trasportare sino a 1400 passeggeri. Effettua crociere di otto giorni nel Mediterraneo, isole Baleari e isole greche.
 
Fonte: IlsecoloXIX
Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand