Nonostante la nostra conoscenza ad alta tecnologia delle maree, siamo ancora spesso sorpresi dal loro comportamento

7-08-2017 - Sappiamo tutti un po' sulle maree, per lo più in quale pausa di marea i nostri spot preferiti lavorano meglio. Oltre a questo, la conoscenza del surfista medio è un po 'opaca, e il motivo è più che valido !!! È un argomento scoraggiante in quanto esistono più di 400 cicli astronomici che influenzano la marea.

Nel suo recente libro "The Science and Spirit of the Ocean" lo scrittore, marinaio e surfista Jonathan White prende i lettori di tutto il mondo per scoprire la scienza e lo spirito delle maree. Nel racconto cera di fare chiarezza su alcune idee sbagliate sulle maree, White esplora come le "maree sono più grandi ai poli"  è un'idea sbagliata.

I miti sulle maree sono tanti. White racconta che lo scorso anno ha fatt oun ciclo di conferenze nella sua città natale, e durante la sessione delle "domande e risposte" un uomo che conosceva   ( un fisico affermato) gl iha cjhiesto perché le maree erano più grandi ai poli che all'equatore.

White ha cambito discorso perchè non voleva offenderlo o imbarazzarlo, ma alla fine ho risposto che la domanda stessa non è vera. E' un disorso già sentito più volte che "a latitudini più alte si hanno maree più grandi". Ma la ricerca di White non aveva mai trovato alcuna prova per sostenerlo. Infatti, ho detto al fisico, quando si tratta della marea, ci sono così tanti fattori in gioco che non si può fare affermazioni generali su di esse.

White ha raccontato la storia dell'intervista a David Greenburg, un rinomato modellatore di maree, in Nuova Scozia, e quando ha chiesto se avrebbe condiviso un momento "ah", improvvisamente è andato in silenzio.

"Quando si tratta della marea," finalmente Greenburg ha risposto: "Non ho momenti ah ah, solo momenti" oh god ", quando non si comporta come prevedono i miei modelli".

Quando White è uscito dall'ufficio di Greenburg, ricorda di aver pensato che anche dopo dieci anni di studio, era solo a malapena all'inizio di questo argomento. Il suo momento "oh god" ha espresso perfettamente tutta la complessità, il mistero e la poesia della marea. Forse White avrebbe dovuto rispondere al fisico con queste due parole. Ma non ha potuto resistere ad aggiungere qualche dettaglio.

Ci sono oltre 400 cicli astronomici che influenzano la marea, a partire dal nuovo ciclo / luna piena, il ciclo di perigee / apogee (quando la luna è più vicina o più lontana dalla terra), il ciclo solare giornaliero o il ciclo annuale di perihelio / Aphelion (quando la terra è più vicina o più lontana dal sole). Tutti questi hanno un impulso gravitazionale distintivo, o "chiamata", che si sente negli oceani della terra.

Gli oceani sentono queste chiamate in modo diverso. A seconda della sua forma (e anche di sfumature come la temperatura e la salinità dell'acqua), un bacino d'oceano potrebbe rispondere con entusiasmo al nuovo ciclo della luna piena, ma non a tutti i cicli solari giornalieri o viceversa. Ecco perché una baia davanti a  casa tua può avere una grande marea mentre una baia a dieci miglia di distanza ha una piccola marea. Hanno "sentito" diverse chiamate.

Diversi giorni dopo il discorso, White si è imbattuto per la strada nel fisico. Gli ha detto che ha fatto qualche lettura e ha capito perché le maree sono più grandi ai poli (apparentemente non soddisfatto della mia risposta), e in particolare al Polo Nord. "È perché c''è  più massa nelle latitudini settentrionali e la terra ostacola e concentra la marea". Non era una domanda, quindi ho appena annuito e ho detto che non l'avevo mai sentita prima.

Nella sua spiegazione c'è un kernel di verità, in quanto la prossimità della terra può modellare (e concentrarsi) la marea. La baia di Fundy ha delle maree straordinariamente grandi in parte perché la forma della baia stringe la marea verso l'alto e verso l'alto. Ma di nuovo, c'è molto di più sul lavoro. Se le maree erano più grandi nelle latitudini nordiche, ad esempio, ci si aspetterebbe un posto come Stoccolma, Svezia, che si trova a quasi 60 gradi di latitudine nord, per avere una marea maggiore di Panama, che si trova a zero gradi - proprio sul equatore. Tuttavia, Stoccolma ha una marea di meno di cinque centimetri, mentre Panama (il Pacifico) ha una marea di 28 metri, uno dei più grandi del mondo.

Le grandi maree presenti o vicine all'equatore comprendono anche la Columbia (S. America), il Madagascar e il Mozambico. In latitudini superiori a 45 gradi, dove il mito ci diceva che le maree sono grandi, si possono trovare centinaia di esempi di piccole maree. Il Mediterraneo, che si trova tra i 32 ei 42 gradi di latitudine, è quasi senza maree.


Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand