Lanzarote 2012 by Giulia TinelliLanzarote Surf  12-24 Marzo 2012
Lanzarote è un’isola spagnola che fa parte dell’arcipelago delle Canarie, conosciute anche come le Hawaii europee.
 
Si tratta di un’isola tranquilla, dove i turisti che vi soggiornano possono facilmente immergersi nella quiete della natura e praticare sport all’aperto grazie anche al clima favorevole, tendenzialmente mite tutto l’anno; le piogge sono infatti alquanto rare se non inesistenti, ed è per questo che Lanzarote può vantare una media di 320 giorni di sole. La scarsità di precipitazioni fa sì che l’isola utilizzi acqua desalinizzata o trasportata dalle isole più grandi come ad esempio Gran Canaria, La Palma o Tenerife tramite i traghetti.

Lanzarote è un’isola vulcanica abbracciata dal Parco Nazionale di Timanfeya, la cui natura selvaggia può essere visitata grazie ai tour escursionistici guidati affinché i turisti possano ammirare il magnifico scenario dell’ambiente. I crateri e i gayser di Lanzarote sono un bouquet di colori che svariano dal rosso all’arancio, dal giallo al nero, incorniciando la straordinaria natura delle calde pietre laviche e i vulcani circostanti.
Un ulteriore punto a favore dell’isola di Lanzarote è la perfetta sintonia delle condizioni atmosferiche con la sua posizione oceanica, i cui venti caldi e costanti garantiscono quotidianamente la creazione di onde adatte per il surf, che qui è lo sport più praticato. Lanzarote è infatti la location ideale per tutti coloro che vogliano praticare tale sport -sia per chi voglia imparare il surf, sia per i più esperti che vi si recano per gli allenamenti a livello agonistico- grazie soprattutto alla vasta scelta di spiagge e fondali adatti ad ogni livello.



Calima Surf Camp è la meta prediletta di ogni aspirante surfista, essendo infatti la prima surf-school dell’isola situata nel piccolo paesino di Famara; la scuola vanta infatti istruttori federali altamente qualificati -Evandro Munoz e Claudio Santos-, con qualifiche brasiliane e spagnole. Evandro e Claudio sono una garanzia per chi voglia migliorarsi nel surf, grazie anche alle loro tecniche professionali e uno speciale stile personale, riescono inoltre a trasmettere delle emozioni uniche che alimentano questa passione.

Famara è una riserva naturale protetta, circondato da una grande spiaggia che offre un litorale da favola con sabbia finissima e acqua cristallina, la cui baia offre 4 diversi surf spot, beach-break: El Papellillo, El Codo (high tide), El Muelle (medium tide), San Juan (low-medium tide). Poco lontano da Famara si trova un altro paesino, Playa Malias, vicino al quale si trovano i due reef-break migliori dell’isola: La Santa e Quemao; la prima è una vera e propria giostra d’onde: per il livello medio-avanzato si possono surfare tre onde differenti: la derecha, l’izquierda oppure la parte centrale con iziquieda e derecha. Data la particolarità di questo spot, che si distingue per il suo fondale lavico e tagliente -dove i ricci di mare non mancano-, è consigliato recarvisi con l’alta-media marea per evitare spiacevoli incidenti con questo fondale particolarmente avverso; nonostante ciò, prendendo le giuste precauzioni, la scelta di cavalcare le onde a La Santa è un’emozione unica in tutta l’isola, con acqua cristallina e onde perfette.
 
Tra una surfata e l’altra, di domenica ci si può concedere alcune ore di svago a Teguise -che dista appena dieci minuti di macchina da Famara- dove, in questo giorno, prende vita un vivacissimo mercatino in cui si può acquistare, tra la tanta merce esposta, anche l’Aloa, il prodotto naturale più richiesto dagli abitanti locali che viene usato come lenitivo e curativo per abrasioni, scottature e irritazioni: un vero toccasana anche per i surfisti più abbronzati!

by Giulia Tinelli

{bookm}

Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand