ImageComunicato ufficiale conclusivo King of Diga 2010.
 
by Sergio Marcolini
La quindicesima King of Diga si è conclusa solo da pochi giorni e una sola parola mi viene alla mente: grandissima !
Non saprei dire cosa mi ha entusiasmato di più: il quad backflip di Ugo Aiazzu, la breakdance sabato sera combattuta all’ultimo freeze, Valerio Calderoni, nuovo Re dei Re, che danza nell’acqua,
i fratelli Mariani e tutti gli atleti del jetski freestyle che con la loro classe e disponibilità ci hanno, come sempre, riservato uno spettacolo stupendo in acqua, Vanni Oddera tra le nuvole con la sua splendida moto glitterata, Alvaro dal Farra che guida il contest e i suoi piloti solo con lo sguardo e la sua classe, lo skimboard, con il più giovane atleta della King of Diga 2010, di soli otto anni e il più giovane speaker del gruppo, Francesco.
La rampa da sci imponente quanto un faro su una alta scogliera, l’half-pipe dei ragazzi di Fardamatti vero centro della cultura freestyle con i suoi atleti e supporter in spiaggia, Vittorio Brumotti, abbombazza, che salta con la sua bici trial il primo king burger umano (io e Simone), la partenza della long distance che ha salutato Cesare Vismara e commosso anche i più scettici, la K38 con il gruppo di Fabio Annigoni, che hanno assicurato lo svolgimento di tutti i contest in acqua nella massima sicurezza assieme alle nuove moto della Polizia di Stato indispensabili per lo svolgimento delle gare e un passo avanti nella sicurezza in acqua, il nostro staff che ha fatto, solo per pura passione, un lavoro faticosissimo prima durante e dopo l’evento, Moreno Morello con la sua professionalità e ineccepibile dialettica che ha coinvolto tutto il pubblico che ha letteralmente ricoperto il litorale, numerosissimo ed entusiasta, le strutture alberghiere di Sottomarina, hotel, parcheggi, bar e ristoranti full come non mai, gli speaker che insieme hanno formato un team da paura (11 presentatori) lo staff tecnico che ha tirato a lucido la spiaggia e guidato le squadre di lavoro, l’impianto audio potentissimo della Tecnosound con il suo direttore Cristian, e il dj, che hanno permesso alle barche ancorate a ben cinque miglia dalla riva, di seguire la King of Diga come se fossero sotto il Palco !!!
La diretta live web-Tv che ha raccolto migliaia di visite da tutto il mondo, la presenza della Rai e di mille altre troupe, i fotografi professionali e amatori che sgomitavano per la foto più bella, le nostre troupe impegnate a girare in alta definizione. Il bikini contest svoltosi sotto un caldo torrido in stile Californiano, con tantissimi Vip in giuria…
Il sup e le battaglie in acqua per questo nuovo ma seguitissimo sport, tutti i nostri partners che ci hanno creduto tantissimo.
E se ho dimenticato qualcuno non me ne vogliate, la King è solo nel cuore di chi la ama, è ormai un impegno enorme e mi sembravava doveroso, a parte le classifiche, ricordarVi le cose belle che la contraddistinguono, l’amore per il mare, il freestyle e l’amicizia e il rispetto che muove, o forse dovrebbe, il Mondo.
 
Tutti ne parlano, tutti la conoscono, in moltissimi l’hanno vissuta, ma per noi il King of Diga…
È già leggenda !!!
 

Ora non mi resta che accendere il pc e guardarmi con calma le migliaia di foto e video comparsi sulla rete appena dopo l’evento, leggere i vostri commenti su Fb e rimpiangere un po’ questi tre indimenticabili giorni passati con voi, con il mio pubblico…
Grazie a tutti, con affetto,
 
Sergio Marcolini

Scegli la WebCam:
HOLY
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand