Dreams Up Life 12
09-02-2010

E' in uscita la prossima settimana il nuovo numero di Dreams Up Life surf journal (numero 12 - anno 4 - febbraio 2010).
Nei prossimi giorni in tutti i principali surf shop italiani oppure tramite abbonamento scrivendo a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

EDITORIALE#12
anno quattro numero dodici

Tony: «Ora o mai più, fratelli!». Jay: «Dici stronzate, fratello. Surfiamo e skateiamo tutti i giorni.
Possiamo fare quello che ci pare». Per alcuni,
semplicemente una citazione da uno dei film che meglio ha rappresentato la scena surf e skate della Venice Beach anni ’70. Per altri, una regola di vita. Siamo andati a scomodare uno di questi “altri”, per portarvi la
leggenda proprio sotto i vostri occhi. Se non ci credete, date uno sguardo alla storia di Marcello Vercelli: shaper, surfer, skater e punk rocker al 100%, per non dire “Signore di Dogtown”. Ma questa non è l’unica storia che abbiamo in serbo per voi. C’è quella di Carto (al secolo Lance Carleton), giovane surfer australiano al quale la vita ha riservato una serie di prove. Oppure quella molto poetica della fotografa francese Hélène Chabeaud. O ancora, la storia del “Lupo”, artista toscano di cui vorremmo sentire parlare ancora molto.
Dal freddo color smeraldo dell’Irlanda e delle sue onde, ci sposteremo al caldo rossiccio della polverosa terra del Western Africa. Infine, un ultimo contrasto da quello che universalmente è considerato uno dei paradisi terrestri per eccellenza, la Polinesia francese che proprio in questi giorni sta lottando contro il disastro naturale del ciclone Oli: ci auguriamo che presto possa tornare a risplendere come nelle foto del nostro articolo.

Federica Radice: Co-Editor/DREAMSupLIFE

Info e abbonamenti: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.


Image

Scegli la WebCam:
HOLY
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand