2010 WANNING INTERNATIONAL SURFING FESTIVALRiyue Bay, Wanning, Hainan, People’s Republic of China
5 - 8 November.
By Nik Zanella surfnews.com
9 Novembre, Hainan, Cina. Splendide onde tra 2 e 4 piedi hanno accompagnato il primo evento surfistico internazionale in Cina in collaborazione con ASP, sponsorizzato da O’Neill e supportato dalla municipalità di Wanning. Cinque giorni di gare, seminari, concerti che hanno messo direttamente in contatto la crescente comunità surfistica Cinese con l’elite mondiale. A far da cornice a questo evento, una delle aree-surf più consistenti e meno sfruttate del continente Asiatico. Da ottobre ad aprile la costa orientale di Hainan, infatti, è interessata da mareggiate costanti da 2 a 8ft, accompagnate da vento off-shore e supportate da una serie quasi infinita di reef, point (principalmente sinistri) e beach-break ad alto potenziale. Onde come quella di Riyue Bay a Wanning, terreno di gara per il primo International Open nel Paese di Mezzo.

Ad approfittarne di queste condizioni perfette sono stati in molti: il team SurfExplore (composto da Holly Beck, Robert Wingnut Weaver, Emiliano Cataldi, Sab Bleakley, , Kim Mayer e il fotografo John Callahan), il team O’Neill (rappresentato da Mark Mathews e Rob Bain) e i tanti surfisti e giornalisti provenienti da 12 nazioni diverse inviati da U1st-sports e dalle autorità locali. Nonostante l’ufficialità dell’evento, le giornate di gara sono state piacevoli sia per gli atleti coinvolti che per le migliaia di persone di tutte le estrazioni sociali, accorse nella spiaggia di Ri Yue Bay e all’Hotel Meridien di Shimei Bay dal 8 novembre. Il lavoro organizzativo svolto da Brendan Sheridan, di surfhainan, da U1st e dai giudici è stato incredibile, riuscendo in soli tre giorni di competizione a concludere le categorie “amateur” e Pro nelle sepcialità di SUP, longboard e shortboard, regalando a tutti un weekend indimenticabile.
 

 
Emblematico il premio per miglior locale, attribuito a Zhang Dahai. Nato ad Harbin, nel nord del paese, Dahai si è spostato ad Hainan solo nel ’03 per lavorare come lifeguard e scuba diver. Grazie ad un turista giapponese che gli ha regalato una tavola, in pochi anni è diventato un talento ed ora gestisce il primo surfshop dell’isola, a San Ya. Reginetta indiscussa dell’evento, in finale assieme agli uomini in tutte le categorie, è stata Holly Beck, la free-surfer californiana impegnata in progetti di esplorazione e ricerca in aree sensibili, Cina in testa.
«Questo è il mio secondo surf trip in Cina in due mesi» ha dichiarato Holly durante il banchetto conclusivo «le onde sono splendide e l’accoglienza della gente, dal sindaco di Wanning fino alle persone comuni che ho incontrato per strada, semplicemente incredibile. Per non parlare degli enormi poster con le nostre foto appesi ai ponti sull’autostrada! Non vedo l’ora di tornare!» E pare che ci siano più di un buon motivo per ripetere l’esperienza l’anno prossimo, visto che la ASP ha intenzione di organizzare un evento ufficiale ASP proprio su queste divertenti onde nel 2011.

Per vedere un video dell’evento clicka qui :

Altre immagini su surfnews.com

Articolo completo di Zanella, Callahan nel numero ’84 di SurfNews in distribuzione a Dicembre.
 
{bookm}
Scegli la WebCam:
Scegli la localià:
seleziona la boa

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand